Body Language 2 – Giocare con le corde

Body Language 2 – Giocare con le corde è il secondo passo del percorso iniziato con Body Language – Corde e comunicazione.

Nel primo modulo abbiamo visto come sia possibile aprire un canale di comunicazione con la persona che stiamo legando. Questa volta ci concentreremo su come usare le corde per creare una scena di gioco, approfondiremo i concetti di vergogna e oggettificazione, approfondiremo le tecniche di manipolazione del corpo del partner con legature più avanzate e inizieremo a esplorare l’estetica del bondage giapponese.

Foto di Marina Zaia
Leggi tutto “Body Language 2 – Giocare con le corde”

Corsi di bondage

Corsi di bondage
Alithia Maltese e Usagi Momo

I corsi di bondage sono un’occasione per imparare nuove tecniche e cimentarsi in questa disciplina, in uno spazio sicuro contraddistinto da un’atmosfera aperta e non giudicante.

Durante i corsi vediamo le tecniche di legatura e parliamo di sicurezza, comunicazione e manipolazione del corpo della persona legata, approfondendo i vari aspetti di pari passo alla complessità delle legature affrontate. I corsi non sono rivolti solo a chi vuole imparare a legare ma anche a chi desidera farsi legare: oltre alle indicazioni e ai consigli che vengono forniti durante la spiegazione delle varie tecniche esistono delle classi dedicate a chi gioca nel ruolo di rope bottom (chi si fa legare, appunto).

I gruppi vengono composti a seconda del livello degli studenti. I corsi sono adatti anche a chi è principiante assoluto.
I corsi sono un’occasione per conoscere altre persone interessate al bondage, confrontarsi e fare gruppo.
I corsi di bondage si svolgono nel fine settimana a Torino in zona Rondò della Forca.

Se richiesto, siamo disponibili a tenere corsi anche in altre città.

Domande frequenti

Si può partecipare ai corsi solo in coppia o anche da singole/singoli?
È possibile venire in coppia ma anche da sole/soli. In questo caso una persona dello staff si renderà disponibile per la durata del corso.

Chi può partecipare ai corsi?
L’unico prerequisito richiesto è essere maggiorenni. Per esigenze particolari e ulteriori domande contattare lo staff.

Che cosa devo portare?
Chi viene a un corso per la prima volta non devo portare nulla. Lo staff fornirà le corde necessarie. Chi possiede già delle corde può portare e utilizzare le proprie. Non è richiesto nessun altro materiale.

La mia privacy è assicurata?
Sì. Le uniche persone presenti ai corsi sono gli studenti e le persone dello staff.
Anche se la comunicazione tra gli studenti è incoraggiata non è necessario fornire dati personali.
Durante i corsi non è consentito l’utilizzo di macchine fotografiche, telefoni o qualunque altro dispositivo atto a fare foto e video. Chi volesse avere un ricordo dell’esperienza può chiedere allo staff di scattare una foto. La persona incaricata si premurerà di verificare che non ci siano altre persone riconoscibili nella foto oltre a chi ha chiesto di realizzarla.

Lezioni private di bondage

Il nostro obiettivo per le lezioni private è mettere gli studenti nelle condizioni di poter giocare in sicurezza già dopo la prima lezione.

La prima lezione dura tre ore durante le quali vediamo le prime due legature fondamentali per il bondage e parliamo di quali sono i materiali più adatti per legare, affrontiamo temi quali sicurezza e anatomia relativamente alle legature proposte.

Inoltre facciamo sempre due chiacchiere con gli studenti per capire che cosa interessa loro maggiormente, in modo da sviluppare insieme un percorso che si adatti alle loro esigenze.

Le lezioni successive alla prima hanno durata variabile, dalle 2 ore in su, a seconda delle necessità logistiche degli studenti (chi viene da fuori Torino di solito preferisce fare lezioni di più ore, per esempio).

È possibile venire sia in coppia che come singole o singoli, nel qual caso una persona dello staff si renderà disponibile per gli studenti per la durata della lezione.

Questa formula, rispetto ai corsi di gruppo, permette di entrare in profondità nelle tematiche trattate, di curare la tecnica nel dettaglio, in un ambiente riservato e accogliente.

Le lezioni private si svolgono nel mio studio privato, a Torino, in zona Quadrilatero, dal lunedì al venerdì (salvo esigenze differenti che possono essere comunicate privatamente) dalle 16.00 alle 20.00.

Domande frequenti

Si può partecipare alle lezioni solo in coppia o anche da singole/singoli?
È possibile venire in coppia ma anche da sole/soli. In questo caso una persona dello staff si renderà disponibile per la durata della lezione.

Chi può partecipare ai corsi?
L’unico prerequisito richiesto è essere maggiorenni. Per esigenze particolari e ulteriori domande contattare lo staff.

Che cosa devo portare?
Chi viene a lezione per la prima volta non devo portare nulla, le corde necessarie verranno fornite sul momento, per il tempo della lezione. Chi possiede già delle corde può portare e utilizzare le proprie. Non è richiesto nessun altro materiale.

La mia privacy è assicurata?
Sì, lo è anche ai corsi e a maggior ragione durante le lezioni private oltre agli studenti saranno presenti soltanto persone che fanno parte dello staff. Il tutto si svolge in un’atmosfera accogliente e riservata.

Rope bottom di sesso maschile? Ce ne parla otmi

Rope bottom di sesso maschile: mosche bianche? Ne parliamo con otmi che gioca da rope bottom da cinque anni.

Ciao otmi. Dicci un po’ chi sei, presentati.

rope bottom

Ciao! Sono Oliver, ho ventiquattro anni e vivo ormai da diverso tempo a Torino per proseguire i miei studi all’università. Pur essendo il mio percorso accademico legato all’informatica (s)fortunatamente non mi fermo a quella, negli ultimi anni ho deciso di seguire alcuni istinti che mi hanno portato a recitare e, più in generale, a interessarmi di tutto ciò che è arte visiva/performativa. Una di queste cose è lo shibari.

Leggi tutto “Rope bottom di sesso maschile? Ce ne parla otmi”

Beatrice Gigliuto – Due chiacchiere e qualche riflessione

Beatrice Gigliuto

Beatrice Gigliuto, in arte Red Lily, 37 anni, sangue siculo e residenza nella capitale.  Ama cucinare, crescere cani brutti, tenere le mani e la mente in movimento. Impossibile non notare il carattere  rigido che alberga in un corpo morbido e la necessità insistente di fare che la contraddistingue, come donna e organizzatrice.
Social media manager, esperta di Food&Beverage e di Bondage, queste le sue identità lavorative. Ha una scuola di bondage (Ritual Lab), è direttore artistico di Rome Bondage Week, l’unico festival di bondage d’Italia e da poco gestisce Shibari House, il neonato progetto romano. Nel resto del tempo fa spettacoli, lega a destra e a manca e insegna.

Leggi tutto “Beatrice Gigliuto – Due chiacchiere e qualche riflessione”