Incontro per rope bottom

L’incontro per rope bottom ha l’obiettivo di esplorare il mondo delle corde dal punto di vista di chi si fa legare.

Che cosa vuol dire essere rope bottom? Perché ci piace far corde? Che rapporto sviluppiamo con le persone con cui giochiamo? Possiamo aumentare la consapevolezza che abbiamo del nostro corpo e può essere utile farlo?

Insieme parleremo di hard skill (cenni di anatomia, respirazione, stretching) e soft skill (comunicazione, consapevolezza del proprio corpo) e affronteremo temi come dolore e sofferenza e l’importanza di essere in salute o essere performanti.

Indipendentemente da quale sia il nostro stile di bondage preferito, potremo confrontare le nostre esperienze da rope bottom, scambiandoci informazioni in uno spazio sicuro, un luogo in cui è possibile esprimere le proprie opinioni senza aver paura di essere giudicate/i per questo (e quindi un luogo in cui si rispettano tutte le idee, senza essere giudicanti).

L’incontro per rope bottom è aperto a persone di qualunque genere ed è consigliato anche a chi gioca da rigger.

A cura di Alithia Maltese e Otello Otmi.

Body Language – La comunicazione tra i corpi

Body Language – La comunicazione tra i corpi è un laboratorio pensato per permettere ai partecipanti di sviluppare una maggiore capacità di ascolto del corpo proprio e altrui. Attraverso una serie di semplici esercizi di interazione in coppia (per nulla invasivi, tanto che è possibile creare le coppie direttamente in loco, non è necessario partecipare al laboratorio con il proprio / la propria partner) si ha la possibilità di esplorare come i nostri corpi sappiano naturalmente esprimersi e ascoltare e come questa capacità naturale possa essere ulteriormente sviluppata.

Leggi tutto “Body Language – La comunicazione tra i corpi”

Alla scoperta del BDSM: un punto di vista femminile

Foto di Simone Richelmy

Questo format è stato creato pensando alle realtà femministe e LGBT+ in cui c’è curiosità per il BDSM e si vuole avere un confronto con qualcuno che lo pratica e ne studia le dinamiche. Lo stesso format è modellabile anche in altri contesti, a seconda delle richieste degli organizzatori e dei partecipanti. L’incontro si sviluppa in due parti: una introduttiva in cui viene spiegato a grandi linee che cosa è il BDSM e una di dibattito aperto a tutti i partecipanti.

Leggi tutto “Alla scoperta del BDSM: un punto di vista femminile”